Post Statistiche Commenti Profitti Campagne Pagine Tema Impostazioni Elenco lettura Guida

Ambiente Uguaglianza Tempo

venerdì 26 novembre 2004

Venerdi' 26 Novembre 2004: U 2

HOW TO DISMANTLE AN ATOMIC BOMB (Island)



Nella sua autobiografia, Julian Cope cita uno sconosciuto quartetto di giovani dublinesi con i quali i Teardrop Explodes avevano condiviso il palco di qualche festival, chiamandoli Hope Brothers, Fratelli Speranza, a sottolineare sia l’attitudine retorico-religiosa sia, secondo Cope, la loro mancanza di talento. I Teardrop Explodes sarebbero scomparsi poco dopo, mentre quel quartetto sarebbe diventato la piu’ popolare formazione rock del pianeta. “How to dismantle an atomic bomb”, undicesimo disco degli U 2 e’ un ritorno al passato, dopo le prove coraggiose degli anni ’90. E’ un album poco avventuroso forse, forse troppo melodrammatico. Ma come disconoscere il valore “classico” di brani capaci ancora di toccare le corde del cuore con quel suono che, per quelli della mia generazione, ha attraversato le nostre vite? Un ritorno dignitosissimo.

PS: momenti che mi hanno emozionato:

1) “Turn it up, captain!” all’inizio di “Vertigo”

2) il sapore di passato che ritorna, ogni volta che ascolto “Miracle drug”

3) “Here’s my heart you can break it” da “Love and peace or else” (che sembra uscire da “Rattle and hum”)

4) “Time… time won’t leave me as I am/ but time won’t take the boy out of this man” da “City of blinding lights”. Che mi ricorda quanto tempo e’ passato da “In the shadow boy meets man”

5) “Sometimes you can’t make it on your own”: il titolo, la canzone, gli arpeggi di The Edge, tutto

6) “In the mysterious distance between a man and a woman” da “A man and a woman”

7) “From the brightest star comes the blackest hole” da “Crumbs from your table”. Purtroppo succede e di solito fa molto male

8) “Baby slow down/ The end is not as fun as the start/ Please stay a child somewhere in your heart” da “Original of the species”

9) Ritrovare, ancora una volta, frasi come “Stop violence against women! Join Amnesty International’s campaign”, “Action speaks louder than words – join Greenpeace”, “Support Aung San Suu Kyi” tra le note di copertina

10) Ricordare tanti tanti anni fa, quando partii in treno da Dublino alla volta di Bray per vedere la casa di Bono, entrai in giardino e gli lasciai un messaggio sotto la porta. Chissa’ se l’ha cestinato senza leggerlo

11) Sentirmi vivo e felice di esserlo, che non sara’ un “momento emozionante” ma e’ l’effetto che mi da’ questo disco. Bentornati U 2, davvero!

4 Comments:

Blogger carloemilio said...

La tua recensione mi ha fatto venire voglia di:

1. Comprare (o farmi prestare) How to dismantle an atomic bomb e lasciarmi andare alla nostalgia.
2. Tirare fuori il cd di War e riascoltarlo dall'inizio alla fine, lasciarmi andare alla nostalgia di quando sognavo di essere The Edge o, almeno, Adam Clayton. Ero diventato bravissimo a far ondeggiare la Strato come Edge ai tempi di Under a blood red sky...

P.S. - Ora che ascolto Seconds, mi ricordo: They are doing the atomic bomb...

venerdì, 26 novembre, 2004

 
Blogger Fabio said...

Sono d'accordo Carlo Emilio, gran disco War! Anche se i miei preferiti restano Boy e October. I brani degli U 2 ai quali sono piu' legato sono "Into the heart" e "October".

domenica, 28 novembre, 2004

 
Blogger Myriamba said...

Adesso sono un po' curiosa di ascoltare il nuovo cd degli U2. NOn penso che lo comprero', in quanto la mia politica e': comprare i dischi dei giovani e non artisti underground, e copiare i dischi di artisti gia' affermati e miliardari.
Anche per me Boy e War hanno segnano la mia adolescenza, il mio primo viaggio in Irlanda ecc..
Se devo essere sincera, mi fa ora un po' tenerezza vedere Bono e compagni che si dimenano sul palco come se fossero ancora un gruppo di ragazzini, beati loro che trovano l'energia.
Devo dire che "Vertigo" mi fa pensare a Kim Wilde "Kids in America"...basta cambiargli un paio di accordi, no?

mercoledì, 01 dicembre, 2004

 
Blogger Fabio said...

Mah... Myriam non sono d'accordissimo con te su Vertigo. Io lo ascolto la mattina per svegliarmi e funziona! :-) f

mercoledì, 01 dicembre, 2004

 

Posta un commento

<< Home