Post Statistiche Commenti Profitti Campagne Pagine Tema Impostazioni Elenco lettura Guida

Ambiente Uguaglianza Tempo

giovedì 9 febbraio 2006

I consigli di London Calling per il vostro Valentine's day (la rubrica piu' improbabile ed ignorata della storia dei blog continua)


Ora qualcuno pensera' che sono impazzito, se come ascolto per il vostro Valentine's day vi consiglio l'ultimo album dell'arrabbiata slam poetry queen Ursula Rucker. Nel suo ultimo album, pero', insieme alle consuete poesie rivoluzionarie/ femministe/ black power come questa o questa, trovate anche una delle piu' dolci canzoni d'amore ascoltate negli ultimi mesi (oltre a una traccia che descrive nei minimi dettagli "the longest minute in cunnilingus history").

[Io naturalmente, mentre voi celebrerete ascoltando "Ma'at mama", staro' crogiolandomi nella mia misery ascoltando, come da tradizione, questa canzone].

14 Comments:

Anonymous Anonimo said...

a me piace molto questa rubrica.
però non ci capisco più niente...sei caduto in miseria? leggendo altrove non mi senbrava.
ma non eri un 'ragazzo fortunato'??

raffaella

giovedì, 09 febbraio, 2006

 
Anonymous Kit said...

Ursula purtroppo da noi non è uscita, sto cercando di scaricare l'lp ma è complicato proprio da trovare in rete.
[a casa ascolto le tracce linkate comunque, i sample che ho sentito in giro sono molto belli]

giovedì, 09 febbraio, 2006

 
Anonymous Anonimo said...

...concordo con Raffaellla...che sta succedendo?!?
E cmq,ottimi i consigli per san valentino...valgono anche per i single?!?:-)
claudia

giovedì, 09 febbraio, 2006

 
Blogger Myriamba said...

dai dai la primavera e' dietro l'angolo ..:) piu' vicina di quanto non lo pensi

giovedì, 09 febbraio, 2006

 
Blogger Myriamba said...

kit..ci sono alcune tracce di Ursula su LimeWire...il file share piu' decente che ci sia in circolazione :)

giovedì, 09 febbraio, 2006

 
Blogger Fabio said...

Raffaella e Claudia -

come scrivevo ieri sono abbastanza negato per le relazioni sentimentali. Il giorno di San Valentino poi lo vedo come un'occasione per rispolverare l'attitudine iper-romantica-autocompiacente-autocommiserante degli Smiths migliori. Ci sono questi due versi ("Two lovers entwined pass me by/ and Heaven knows I'm miserable now") nei quali e' racchiuso un'intero film, forse intere vite. Sulla fortuna che dire? Forse si tratta di essere al posto giusto nel momento giusto. Poi pero' e' necessario sapere dare seguito all'occasione, svilupparla. Sono fortunato in genere, lo ammetto, ma poi mi manca la capacita' di trasformare la fortuna in un "successo duraturo". Posso a volte incidere un "singolo da alta classifica", ma gia' al primo album in genere crollo. Molto peggio degli Stone Roses e dei My Bloody Valentine, per dire.

Kit -

immagino si possa trovare da Buscemi, anche qui e' un import tedesco. Una volta se non mi sbaglio la K7 era importata in Italia da Audioglobe.

Claudia -

Certo, valgono anche per i single, anzi a maggior ragione i single si devono coccolare in quella ricorrenza. Tipo leggere i Peanuts ingurgitando cioccolatini Lindor, per fare un esempio.

giovedì, 09 febbraio, 2006

 
Blogger Fabio said...

Myriam, in effetti nonostante il freddo oggi qui a Londra e' una giornata con una risoluzione cromatica piuttosto primaverile.

giovedì, 09 febbraio, 2006

 
Blogger ele said...

scusa, mi rendo conto che 1) non so praticamente niente di te nè di cosa sia successo 2) non sono fatti miei.
però ecco. appena domenica, altrove, ho letto qualcosa come "sto vivendo un momento bellissimo con una persona bellissima"; e quello che scrivi tu qui mi lascia abbastanza basita.
ripeto, mi rendo conto che non sono fatti miei, e mi scuso per l'invadenza: ma trovo veramente assurdo questa specie di autocompiacimento nel dire "tanto io coi sentimenti sono un disastro, tanto io non so trasformare la fortuna in successo duraturo". la vita non è una canzone degli smiths, cavoli.. se tieni a qualcosa, non mollare davanti alle difficoltà, lotta! non è possibile che una cosa bella muoia nel giro di due giorni.

e per la terza volta mi scuso di quel che ho scritto, magari risulto altamente inopportuna visto che appunto parlo in linea del tutto teorica, senza sapere niente..
ma l'ho fatto con molto affetto, ecco..

venerdì, 10 febbraio, 2006

 
Anonymous Anonimo said...

ecco appunto quello che volevo dire anch'io, e anche mi scuso per l' invadenza, e perchè altrettanto sono all'oscuro( se non per quello che leggo qui e 'altrove')però a volte la felicità è proprio questione di volontà e di scelta. E se intervengo in questo discorso è, oltre che per affetto, anche perchè l'attitudine che mi sembra di vedere in te è la stessa mia, in circostanze analoghe. E quindi è come se parlassi a me stessa.anche per questo mi sta particolarmente a cuore la questione.
un sincero abbraccio
raff

venerdì, 10 febbraio, 2006

 
Anonymous Anonimo said...

insomma è come se dicessi a me stessa: "No, ti prego non farlo di nuovo! Prova a fidarti per una volta. Arrenditi! anzichè pensare sempre che ti devi difendere.
E scegli di vedere il lato luminoso delle cose, anzichè crogiolarti nell'ombra..."

(se tutto questo ti suona inopportuno e fuori luogo ignoralo,
e ti chiedo ancora di scusarmi, lo dico con buone intenzioni)
raff

venerdì, 10 febbraio, 2006

 
Anonymous Anonimo said...

Fabio ogni tanto comincia a piangersi addosso, scusatelo, non è vero che sia poi così negato nelle relazione 1+1
io non ho mai festeggiato S Valentino, piuttosto mollavo la fidanzata il giorno prima ma la festa dei fioristi e dei cioccolatai non mi è mai andata giù, tantomeno il romanticismo da calendario. Continuo a considerarla una festa stupida, più o meno come tutte quelle inventate da commercianti e pubblicitari (credo che l'ultima trovata sia la Festa dei Nonni, con tanto di sovvenzioni regionali....)
I Lindor sono buoni, ma avete mai provato il Mascarena fondente con fave di cacao?
ciao
Auro

venerdì, 10 febbraio, 2006

 
Blogger Byron said...

ele -
parole sante, my dear, parole sante.

venerdì, 10 febbraio, 2006

 
Blogger Fabio said...

Nei vostri ultimi quattro commenti trovo un affetto che mi commuove. Si sente che sono molto partecipati. Premetto che li condivido e concordo che la vita non e' una canzone degli Smiths, pur quando presenta molte somiglianze ("There's more in life than in books you know but not much more"). Come dicevamo qualche post fa a volte a molti di noi prende un senso di inadeguatezza, un desiderio di rintanarsi nel proprio sicuro passato piuttosto che affrontare le incertezze del futuro, che sembrano cosi' overwhelming (comincio a dimenticare le parole italiane). Nelle relazioni interpersonali questo e' sempre devastante, ma capita. Poi (ma non voglio approfondire, lo accenno solo perche' per me il punto focale sta proprio li') nelle relazioni sentimentali io tendo a ricreare conflitti irrisolti. Pare, dicono, che siano il teatro ideale nel quale rivivere le situazioni dolorose del nostro passato, specie quelle per le quali non siamo stati capaci di trovare soluzioni positive e vie d'uscita. Si tenta, ancora una volta, di risolvere il conflitto. Spesso questo non succede pero' e ci ritroviamo a soffrire, una volta di piu'. All'esame di psicologia sociale ricordo che portai una tesina su questo volume, che spiega bene queste dinamiche: http://www.internetbookshop.it/ser/serdsp.asp?shop=1765&c=WXE70WX5ZLIRU.

Condivido pero' quello che dite, vero che a volte si tratta di arrendersi, non pretendere di controllare sempre tutto

Auro sai che non ho mai provato il mascarena fondente, e nemmeno trovo qualcosa su internet a proposito. Mi farai assaggiare spero. Fondente e' una parola cha abbinata al cioccolato trovo perfetta.

Grazie di cuore per i vostri messaggi.

venerdì, 10 febbraio, 2006

 
Anonymous Anonimo said...

scusa, ho confuso lo zucchero di canna Mascarena con il cioccolato. Si chiama Mascao e lo trovi (in italia) nel circuito del commercio equosolidale (anche alla COOP). Anche meglio è il Companera, stesso circuito.
buon weekend
Auro

venerdì, 10 febbraio, 2006

 

Posta un commento

<< Home