Post Statistiche Commenti Profitti Campagne Pagine Tema Impostazioni Elenco lettura Guida

Ambiente Uguaglianza Tempo

domenica 5 marzo 2006

Prospettive Musicali di Domenica 5 Marzo

Abbiamo ascoltato:

1) REGINA SPEKTOR Oedipus (da Mary Ann meets the gravediggers and other short stories, Transgressive 2005)
2) SUSANNE ABBUEHL Yes is a pleasant country (da April, ECM 2001)
3) REGINA SPEKTOR Prisoners (da Mary Ann meets the gravediggers and other short stories, Transgressive 2005)
4) URSULA RUCKER Humbled (da Ma'at mama, K7 2006)
5) JILL SCOTT I am not afraid (da Beautifully human, Epic 2004)
6) URSULA RUCKER Children's poem (da Ma'at mama, K7 2006)
7) TORTOISE & BONNIE PRINCE BILLY Thunder road (da The brave and the bold, Overcoat 2006)
8) TORTOISE TNT (da TNT, City Slang 1998)
9) OS MUTANTES A minha menina (da VV. AA. Tropicalia, Soul Jazz 2005)

19 Comments:

Anonymous Anonimo said...

Grandi Regina e Ursula, bella puntata in generale, la credevo tutta al femminile, mi aspettavo di sentire Biork e invece arrivano i Tortoise.
Bello ma molto staccato dagli altri il pezzo di chiusura, sembra messo lì per introdurre Vito War.
Però rimpiango quando parlavi sul bianco (sarà la solita nostalgia dei tempi che furono...)

Qui sole primaverile, buon rientro a londra.
ciao
Auro

lunedì, 06 marzo, 2006

 
Anonymous Kit said...

Bella puntata sì, e Jill Scott ruleZ (anche se io personalmente avrei messo 'Bedda At Home' che è il pezzo soul definitivo degli ultimi 5 anni almeno).
Bella anche la traduzione di Ursula Rucker e la scelta dei suoi pezzi.
Un unico appunto: 'Prisoners' di Regina Spektor è una canzone davvero imbarazzante, sembra Fiona Apple sotto acido.

lunedì, 06 marzo, 2006

 
Blogger Myriamba said...

Qui in Inghilterra sta facendo un bellsimo sole primaverile. Nei campi i terreni non sono piu' brulli e sono ora coperti dal primo verde grano e nel mio giardino stanno spuntando le prime rose..

lunedì, 06 marzo, 2006

 
Blogger Fabio said...

Auro -

grazie, sempre troppo gentile. Parlare su bianco mi fa abbastanza paura, un po' come se fossi senza rete, cosi' tengo in sottofondo il disco appena trasmesso. Non e' ottimale, lo so. Prospettive Musicale, il progetto iniziale intendo, lo presentai alla radio con in testa "Late Junction", un programma di BBC Radio 3 le cui conduttrici sono estremamente rigorose: si parla soltanto su bianco, si trasmette dalla prima all'ultima nota di ogni brano (sia che duri 1 minuto che 21). Pero' e' molto difficile. Cerco sempre di non tagliare i pezzi, anche se a volte e' impossibile. 52 minuti passano davvero velocemente (ieri ho rubato infatti 3 minuti al GR delle 23.30, hai notato?).

Kit -

grazie, anche per avermi "presentato" Jill Scott. "Prisoners" lo trovo un brano incredibile, con quella voce sempre in equilibrio ma sul punto di cadere. Le tracce di Regina che preferisco sono quelle nelle quali il piano diventa uno strumento ritmico al quale la voce si appoggia, saltando sulle note come se dovesse passare da una riva all'altra di un torrente.

Myriam -

Visto quello che dici dall'autobus che porta da Stansted a Liverpool Street, hai presente i primi 20 minuti "rurali"? E non fa neanche piu' freddo, almeno di giorno.

lunedì, 06 marzo, 2006

 
Anonymous franzk67 said...

splendida scoperta regina, grazie
un saluto
f.

lunedì, 06 marzo, 2006

 
Blogger Fabio said...

Grazie per il tuo commento Franz, sono contento di averti fatto scoprire una delle mie cantautrici preferite.

lunedì, 06 marzo, 2006

 
Anonymous Kit said...

Ah Fabio se Regina ti piace per le cose che dici, adoreresti gli ultimi 2 dischi di Fiona Apple dove lei suona esattamente *così* (e difatti è il primo lp quello che preferisco io :-)

martedì, 07 marzo, 2006

 
Blogger Fabio said...

Sai che mi hai proprio incuriosito? L'ultimo album di Fiona Apple qui e' stato salutato come capolavoro dal Guardian ricordo. Per un po' ho accarezzato l'idea ("Ho accarezzato l'idea"? Chissa' come mi escono certe espressioni) di comprarlo, magari lo faro', poi ti dico.

martedì, 07 marzo, 2006

 
Blogger Myriamba said...

Ma come non conosci Fiona Apple????????? Ma se e' sulla scena da 15 anni???????

martedì, 07 marzo, 2006

 
Blogger Myriamba said...

..erhm ok..10..

martedì, 07 marzo, 2006

 
Blogger Fabio said...

L'ho sentita nominare molte volte, ma non credo di avere mai ascoltato nulla. Dieci anni fa ascoltavo Derek Bailey e Otomo Yoshihide e se mi avessero nominato una donna con la chitarra sarei scappato :-)

martedì, 07 marzo, 2006

 
Anonymous Kit said...

Una donna col piano, intendevi :-)
[ti posso passare i primi due dischi e il terzo ce l'ho in mp3 se vuoi]

martedì, 07 marzo, 2006

 
Blogger Fabio said...

Si', il piano poteva suonarlo solo Cornelius Cardew in quegli anni.

martedì, 07 marzo, 2006

 
Blogger Myriamba said...

ma se eri andato in brodo di giuggiole quando hai visto Lisa Germano di spalla agli Eels a Milano..guarda che mi ricordo..:)

martedì, 07 marzo, 2006

 
Blogger francesco said...

anch'io ti ringrazio per la scoperta di Regina Spektor anche se io non la definirei proprio una cantautrice.
peccato poi che il suo sito sia vuoto.

ewakaba

martedì, 07 marzo, 2006

 
Blogger Fabio said...

Myriam -

Lisa Germano e' Lisa Germano (passione condivisa con Howe Gelb e Mark Everett per altro).

Bruno -

Trovi qualche sua traccia qui: http://www.myspace.com/reginaspektor. Buon ascolto.

giovedì, 09 marzo, 2006

 
Blogger Myriamba said...

Fiona Apple e' piu' figa e piu' brava ;)

giovedì, 09 marzo, 2006

 
Blogger Fabio said...

A questo punto, dopo che me ne avete parlato tu, Kit e Alessandro (che l'ha trasmessa a Prospettive Musicali mi ha scritto) oggi cerco il disco.

venerdì, 10 marzo, 2006

 
Anonymous Kit said...

Fiona: "Tidal" il primo è il più ispirato e emozionante. Gli altri due sono più barocchi e oscuri. E JonBrioneschi. :-)

venerdì, 10 marzo, 2006

 

Posta un commento

<< Home