Post Statistiche Commenti Profitti Campagne Pagine Tema Impostazioni Elenco lettura Guida

Ambiente Uguaglianza Tempo

domenica 2 aprile 2006

Paul Kilsby, Hoopers Gallery


La zona nella quale vivo si sviluppa attorno a una bella chiesa, circondata da un tranquillo giardino e da strette vie quasi esclusivamente pedonali. Non ci sono particolari ragioni per esplorare quelle stradine, se non il piacere di dimenticare, per qualche minuto, di fare parte di una delle megalopoli del mondo. Clerkenwell Green, con la chiesa, la vecchia scuola, la biblioteca, un pub storico, e' una piccola oasi di pace e silenzio.

Clerkenwell Close, la via che rimane dietro St. James Clerkenwell, la immagineresti forse in un paesino irlandese, non certo a Londra. Proprio sul retro della chiesa si trova una piccola galleria dedicata alla fotografia, che si chiama Hoopers, dal nome del fotografo che la inauguro' un paio di anni fa.

In questo periodo ospita la mostra di questo artista di Oxford chiamato Paul Kilsby, il quale fotografa in bianco e nero i capolavori dei maestri della pittura rinascimentale e barocca accentuandone profondita' e senso prospettico. La sua mostra si intitola "After Vermeer" ed e' composta da 16 grandi interpretazioni delle opere del maestro olandese.

L'idea che dovrebbe animare questo esperimento e' quella di trascendere i confini tra epoche diverse, questo secondo la press release. A me invece ha fatto tanto venire il desiderio di tornare alla National Gallery a ritrovare "A lady seated at a virginal" e "A lady standing at a virginal", nella piccola sala dove vengono ospitate. Lo faro' Mercoledi', approfittando dell'apertura serale, quando la National diventa un luogo nel quale fuggire dal blues di meta' settimana.

Intanto che sono qui, posso ricordarvi l'appuntamento con London Calling a Zoe, tutti i Martedi' alle 12.15 su Radio Popolare? Questa settimana parleremo della mostra di Martin Kippenberger alla Tate.

5 Comments:

Blogger Myriamba said...

in questi giorni sto sentendo la nostalgia di Londra..il quartiere dove vivi e' stupendo.Hai gia' fatto la passeggiata lungo il "naviglietto" in direzione Hackney o Camden? Oh...che meraviglia! La prossima volta esploro il vicoletto che hai indicato..

lunedì, 03 aprile, 2006

 
Anonymous Francesca said...

Anch'io, anch'io voglio vedere la mostra...sarai in Italia a Pasqua? Vuoi fare Pasquetta con noi nella nostra bella Piemonte? Saremo a caa di Elisa, dalle parti di Bra...un abbraccio

lunedì, 03 aprile, 2006

 
Blogger Fabio said...

Myriam -

Ma ci sei stata nel fine settimana, giusto? A proposito com'era il concerto di Venerdi' sera? E grazie per il consiglio di passeggiare lungo il canale: in primavera e' una camminata meravigliosa (soprattutto andando verso Camden, costeggiando Primrose Hill e arrivando a Little Venice). La prossima volta che sei da queste parti andiamo insieme?

Francesca -

Beh, sei tu che mi hai fatto conoscere quella zona! Per Pasquetta sai che mi piacerebbe molto? La sera di Pasqua devo essere a Radio Popolare, ma magari mi lasciano registrare la puntata, cosi' Lunedi' di prima mattina potrei partire x venirvi a trovare. Molta voglia di vedervi dopo tutto questo tempo. (Io ho un tuo numero italiano che finisce con 87. Esiste ancora? Se si' ti contatto su quello durante le vacanze).

lunedì, 03 aprile, 2006

 
Blogger Myriamba said...

si..ero qui venerdi sera ma poi abbiamo deciso di rientrare a casa sabato mattina dopo una bel piatto di frutta al "Blue Legume" di Church Street..La serata di Venerdi' e' stata carina, niente di speciale..e' strano poi come a Londra, se segui un certo tipo di musica si finisca sempre per vedere le stesse persone.
:) Prossimo appuntamento : Battles-25 Aprile - Diginwalls - Camden -

lunedì, 03 aprile, 2006

 
Blogger Fabio said...

Quella sera ho gia' un impegno ma vedo se riesco a liberarmi.

martedì, 04 aprile, 2006

 

Posta un commento

<< Home