Post Statistiche Commenti Profitti Campagne Pagine Tema Impostazioni Elenco lettura Guida

Ambiente Uguaglianza Tempo

lunedì 24 aprile 2006


Provo un'enorme tranquillita' quando i miei occhi si posano sui suoi piu' recenti lavori.

Semplice sovrapposizione/ combinazione di tele. Colori primari.

Segni. Significati simbolici immediati.

Blu mare. Verde prato. Rosso energia.

Nient'altro. Tutto cosi' minimo.

Spazi nei quali provare emozioni primitive. Ricercare un senso, e quindi se stessi.

Luce e ombra, giorno e notte, attivita' e stato stazionario.

Contemplo queste tele, prima di ritrovare attorno a me la contagiosa, sorridente vitalita' dei Kensington Gardens in un Sabato assolato di primavera.

[Qualche informazione sulla mostra di Ellsworth Kelly alla Serpentine Gallery la trovate qui].

6 Comments:

Blogger PiB said...

Confesso mi risulta troppo minimalista mi manca qualcosa per vedere quello che descrivi.

lunedì, 24 aprile, 2006

 
Blogger Fabio said...

Anche se ti lasci completamente andare? PS: Pib, grazie per la tua mail di stamattina, mi hai rassicurato parecchio, ero nel panico!

lunedì, 24 aprile, 2006

 
Blogger artemisia said...

A me piace.
Anche se non mi lascio MAI andare.

martedì, 25 aprile, 2006

 
Blogger PiB said...

la forma geometrica definita mi limita la visione..ecco credo sia questo il problema

martedì, 25 aprile, 2006

 
Blogger Fabio said...

Artemisia e Pib -

Dovete immaginare tutto molto ingrandito. Direi a occhio che molte tele superano 1 metro x 1 metro e 20. E in una stessa sala ci sono diverse tele, alcune delle quali parzialmente sovrapposte ad altre. Quindi si possono vedere i singoli colori da vicino, entrarci dentro, e a quel punto non noti piu' i limiti geometrici. Oppure vedere l'effetto complessivo di sale piene di colori primari, l'incontro di emozioni diversi. Le linee nette, "senza compromessi", creano contrasti che per me sono emotivamente drammatici. Non in senso negativo pero', perche' nel complesso immergermi nel colore mi da' una tranquillita' un po' amniotica. E nella tranquillita' amniotica ci si puo' lasciare andare, sollevarsi da terra.

martedì, 25 aprile, 2006

 
Blogger artemisia said...

Ecco forse lì sì.

mercoledì, 26 aprile, 2006

 

Posta un commento

<< Home