Post Statistiche Commenti Profitti Campagne Pagine Tema Impostazioni Elenco lettura Guida

Ambiente Uguaglianza Tempo

mercoledì 11 luglio 2007

Tu qui non sei straniero

[Clerkenwell, Luglio 2007]


Il sistema sembra in parte funzionare finche', di punto in bianco, non si mette a cantare Lou Reed, e a quel punto Ted si convince che tutti gli altri fatti della sua vita sono profondamente contestabili.

- Adam Haslett, Il volontario

I racconti di Adam Haslett stanno all'incrocio delle traiettorie narrative di Raymond Carver e Joyce Carol Oates. Anche se tra le sue influenze principali lui preferisce citare Eugene O'Neil e William Faulkner, William Trevor e Alice Munro.

La sua fondamentale raccolta di 5 anni fa, "You are not a stranger here", e' stata pubblicata da Einaudi col titolo italiano "Il principio del dolore". Non e' quella che definirei una lettura estiva, ma poi si finisce per leggere quando si ha piu' tempo - e capita quindi che i volumi accumulati durante l'inverno nelle nostre libreria si smaltiscano quando il tempo atmosferico suggerirebbe riflessioni piu' leggere.

2 Comments:

Anonymous Anonimo said...

bella la foto. Dove l'hai scattata, e cosa vorrebbe dire esattamente il messaggio?
ciao
Auro

lunedì, 16 luglio, 2007

 
Blogger Fabio said...

E' stato un "messaggio del giorno" del caffè sotto casa mia. Mi fanno sempre sorridere appena esco di casa la mattina...

domenica, 29 luglio, 2007

 

Posta un commento

<< Home