Post Statistiche Commenti Profitti Campagne Pagine Tema Impostazioni Elenco lettura Guida

Osservazioni e ascolti

domenica 21 febbraio 2010

Prospettive Musicali del 21 Febbraio 2010

1) KIEV CHAMBER CHOIR/ MYKOLA HOBDYCH Litany (da Valentin Silvestrov sacred works, ECM New Series 2009)

2) TORD GUSTAVSEN ENSEMBLE Way in (da Restored, returned, ECM 2009)

3) FRANCOIS COUTURIER Un calme matin orangè (da Un jour si blanc, ECM 2010)

4) NICK CAVE & WARREN ELLIS The road (da The road original film score, Mute 2009)

5) KIEV CHAMBER CHOIR/ MYKOLA HOBDYCH Dythrambic song/ Cherubic song (da Valentin Silvestrov sacred works, ECM New Series 2009)

6) JOSEPHINE FOSTER Trust in the unexpected/ How happy is the little stone (da Graphic as a star, Fire 2009)

7) CHICAGO UNDERGROUND DUO Green ants (da Boca negra, Thrill Jockey 2010)

8) FJ MCMAHON Sister brother (da Spirit of the golden juice, Tiger Eye 1969, rist. Rev-Ola 2009)

9) RICHARD SKELTON Noon hill wood (da Landings, Sustain-Release 2009).


[Ascolta la puntata. Prospettive Musicali tornera' Domenica prossima alle 22.35 su Radio Popolare, con Alessandro Achilli].

4 Comments:

Anonymous Anonimo said...

Ho apprezzato molto la maggioranza di 'prospettive' rispetto alle 'retrospettive' (senza nulla togliere al soul e ai reverendi bluesmen). ;-) Q.

domenica, 21 febbraio, 2010

 
Blogger Myriamba said...

TORD GUSTAVSEN - LOVE HIM :)

lunedì, 22 febbraio, 2010

 
Blogger Myriamba said...

FRANCOIS COUTURIER - I love him toooooooo

lunedì, 22 febbraio, 2010

 
Blogger Fabio said...

Q -

Quello che davvero mi tiene legato alla radio e' questa magnifica liberta' che mi e' data di spaziare tra il passato, il presente e il futuro della musica. Il senso di Prospettive Musicali, per me, e' quello della continuita', un filo d'oro che lega tra di loro esperienze diverse ma tutte degne di essere promosse, per come ne sono capace, alla radio, senza barriere geografiche, temporali, di genere e di colore della pelle.

La musica e' bellissima, tutta la musica, e porre barriere significa impedirci esperienze che ci rendono ascolatori completi, capaci di muoverci su tutta la mappa, non solo in alcune regioni di essa.

Tutta la mappa ci comunica emozioni, se sappiamo coglierle. Ti ringrazio per il commento, perche' anche a me e' piaciuta tanto com'e' venuta la puntata di ieri sera.

Myriam -

I due loro dischi che ho trasmesso stanno benissimo insieme. Ho suonato due tracce senza soluzione di continuita', e se non fossi stato io a mixarle insieme avrei avuto difficolta' a capire dove finiva una e iniziava l'altra.

lunedì, 22 febbraio, 2010

 

Posta un commento

<< Home