Post Statistiche Commenti Profitti Campagne Pagine Tema Impostazioni Elenco lettura Guida

Osservazioni e ascolti

domenica 12 agosto 2012

Anche se stasera mi ascolterete alla radio come fossi ancora a Milano, sono tornato a Londra. Stamattina stavo pulendo casa, aspirapolvere on e off in continuazione. Sentivo distrattamente pezzi di BBC Radio 3. La domenica mattina fanno un programma analogo al nostro Le musiche della vita.

L'ospite di stamattina, a me sconosciuta ma persona davvero deliziosa (il conduttore l'ha giustamente salutata alla fine del programma dicendole, ammirato, I can see why people enjoy so much working with you), a un certo punto ha detto, presentando un vecchio brano di Kate Bush: I was 14 and she meant everything to me.

Ecco un'espressione bellissima. Significare tutto.

Il mio augurio per questa stagione che si sta aprendo e' che possiamo vivere esperienze che significano tutto per noi.

(Mentre stavo scrivendo l'ultima frase, la radio ha iniziato a passare il Concerto di Colonia di Jarrett. Pezzi di infinito, note che diventano immagini. Significare tutto, appunto).

Etichette:

4 Comments:

Anonymous Gio said...

La foto che accompagna questo tuo post non è casuale.

Nelle nostre vite ci capita di vivere momenti ed esperienze di cui riconosciamo immediatamente l'impatto emozionale e la forza determinante con cui si trasformeranno in ricordi destinati a rimanere, per sempre.

Ci sono momenti che sono la somma ed il risultato di ciò che abbiamo vissuto fino a lì, di ciò che siamo stati fino a quel giorno, nei quali siamo esattamente e finalmente quelli che vorremmo essere, con chi e dove vorremmo essere. Momenti che anche a distanza di un giorno, di un mese, di un anno, di un secolo, sentiamo che "significano tutto".

Quello della foto, è uno di questi.

lunedì, 13 agosto, 2012

 
Blogger Fabio said...

Ieri sera ho visto un film proprio su questo tema. Francese naturalmente. Si intitola Un amour de jeunesse, e conferma in buona sostanza quello che dici. L'impatto emozionale delle esperienze che significano tutto io credo che lo riconosciamo immediatamente, almeno a livello inconscio.

Credo pero' anche che non sempre vogliamo o possiamo riconoscerlo razionalmente, e questo perche' le esperienze che significano tutto cambiano, appunto, tutto.

E allora, a volte, come scriveva Goethe in Le affinita' elettive, cito un po' a memoria, si continua a vivere come di nulla si trattasse.

Ma, alla fine, presto o tardi, le esperienze che significano tutto trovano sempre un modo per cambiare tutto.

lunedì, 13 agosto, 2012

 
OpenID pennagialla said...

Quella nella foto è casa tua????

giovedì, 23 agosto, 2012

 
Blogger Fabio said...

E certo, e quelli parcheggiati davanti sono i miei mezzi di trasporto abituali ;)

Belle le foto che cambiano nella testata del tuo blog. Adesso ti chiedero' se le fai tu e mi risponderai seriamente come ho fatto io con te, vero?

giovedì, 23 agosto, 2012

 

Posta un commento

<< Home