Post Statistiche Commenti Profitti Campagne Pagine Tema Impostazioni Elenco lettura Guida

Osservazioni e ascolti

giovedì 28 giugno 2012

CIKADA DUO/ HILDE TORGERSEN/ SISU
John Cage: Will you give me to tell you
Albedo
2002


Per gran parte della mia vita ho ascoltato esclusivamente musica rock. Fino all'inizio degli anni '90, quando il cosiddetto post-rock mi porto' a capire che esistevano altre musiche interessanti, bastava cercare, bastava con pazienza smantellare certezze. Il percorso iniziato allora mi ha portato qui dove sapete.

Fondamentale fu il mio incontro con Cage, che avvenne inizialmente attraverso la sua musica per piano preparato, assai prima che scoprissi i suoi lavori per percussioni.

Il nostro rapporto non e' mai stato facile: ondivago direi. L'ho ascoltato con attenzione in certi periodi, in altri la sua attitudine intellettuale zen mi ha dato sui nervi. Eppure ogni volta che mi imbatto in un volume di sue composizioni, finisco per comprarlo. Lo ascolto, lo dimentico, e poi dopo un po' lo riscopro con rinnovato interesse.


Se desiderate riascoltare la mia conversazione con Patti Smith andata in onda sabato scorso, la trovate in rete qui.

Etichette:

lunedì 25 giugno 2012

HEINER GOEBBELS
Stifters dinge
ECM New Series
2012


Heiner Goebbels qualcuno dei piu' affezionati ascoltatori di Prospettive Musicali lo ricordera' nel progetto Cassiber, al fianco di Chris Cutler (Henry Cow, Art Bears, Pere Ubu).

Stifters dinge e' un'installazione promossa da Artangel (che sta qui a Clerkenwell), che mi capito' di visitare qualche anno fa in uno degli spazi espositivi che preferisco.

L'accompagnamento musicale comprende ambientali note di piano e suoni naturali (soffiare di vento, scorrere di acqua, scrosciare di pioggia). Con le voci di Claude Levi-Strauss, William Burroughs, Malcolm X, e registrazioni storiche effettuate a Papua Nuova Guinea.

Etichette:

domenica 24 giugno 2012

FRANK FAIRFIELD
Frank Fairfield
Tompkins Square
2009


Frank Fairfield lo scoprii alcuni anni fa, al Cafe Oto, supporto di Josephine Foster. Suono' un concerto breve. Voce, banjo e violino. Vestito come un minatore che va a una festa di paese.

Fairfield va in giro per fiere, mercatini e junk shops a cercare polverosi 78 giri dimenticati. Tornato a casa, li manda a memoria e li risuona, nel modo piu' fedele possibile.

Lo fa mantenendo tutte le dissonanze degli originali, e quando ascolti un suo disco senti granelli di polvere sotto la puntina, anche dove non ci sono.

Lo pubblica l'etichetta americana che preferisco.

Etichette:

giovedì 21 giugno 2012

CIMARRON!
Joropo music from the plains of Colombia
Smithsonian Folkways
2011


E' il primo giorno d'estate. Piove, tira un forte vento e fa discretamente freddo per questo periodo dell'anno. Il cielo e' bianco, neutro.

Serve un po' di sole. Ci viene in soccorso la serie Tradiciones di Smithsonian Folkways, che ha in catalogo 200 volumi di musica popolare sudamericana.

Tra quelli che conosco, il mio preferito e' questo album dedicato alla musica joropo: radici nel XIX secolo, tradizione colombiana, della valle dell'Orinoco. Un po' simile al nostro valzer.

I Cimarron! sono un collettivo musicale di 8 elementi (che suonano vari strumenti a corda e percussioni della tradizione latinamericana).

La loro musica evoca feste di piazza, cibo condiviso tra compaesani con spirito di solidarieta' e comunita', e trasmette allegria e contagiosa gioia di vivere.

Etichette:

martedì 19 giugno 2012

HISS GOLDEN MESSENGER
Poor Moon
Heaven and Earth Magic/ Tompkins Square
2011


Arrivano dall'America profonda. North Carolina. Sono in due, ma si fanno aiutare da componenti di formazioni tra le preferite di questo blog (Brightblack Morning Light, Black Twig Pickers).

Poor Moon e' il loro quarto disco, ma il primo (gentilmente) elettrico. La press release di Tompkins Square cita giustamente tra le loro influenze Richard & Linda Thompson, John Martyn, Mark Hollis. La crema della musica britannica. Mischiata pero' con una sensibilita' gotica americana che arriva da polverosi 78 giri trovati in bazar di villaggi di minatori.

Coniugano il giusto rispetto per la tradizione folk con il songwriting erudito di chi conosce gemme psichedeliche. Musica antica, dal sapore naturale. Attualissima, quindi. Un disco da ascoltare in una notte estiva. E quando finisce restare a sentire il canto dei grilli, in concentrato silenzio.

Etichette:

domenica 17 giugno 2012

Prospettive Musicali del 17 giugno 2012

1) SUN RA
Call for all demons
da Jazz by Sun Ra
Transition
1957

2) MOONDOG
Wind river powwow
da Elpmas
Kopf
1991

3) JOHN ABERCROMBIE QUARTET
Easy reader
da Within a song
ECM
2012

4) CLEOMA & JOE FALCON
Aimer et perdre
da VV. AA. Aimer et perdre
Tompkins Square
2012

5) SUN RA
Possession
da Jazz by Sun Ra
Transition
1957

6) THEATRE OF VOICES/ ARS NOVA COPENHAGEN/ PAUL HILLIER
The deer's cry
da Arvo Part: Creator Spiritus
Harmonia Mundi
2012

7) ENSEMBLE LUCIDARIUM
Sitot me sui a tart aperceubutz
da Troubadours & minnesanger
L'Empreinte Digitale
1998

8) STUTTGARTER KAMMERORCHESTER
Musique funebre
da Witold Lutoslawski/ Bela Bartok: Musique funebre
ECM New Series
2012.

Ascolta il podcast.


Prospettive Musicali, settimanale di altre musiche di Radio Popolare, va in onda tutte le domeniche alle 22.35 in FM 107.600 e sul web.

Etichette:

mercoledì 13 giugno 2012

Anteprima Prospettive Musicali

Domenica ascolteremo insieme una traccia dall'ultimo lavoro del John Abercrombie Quartet, una composizione di Arvo Part e un paio di estratti dal primo album di Sun Ra.

Prospettive Musicali, settimanale di altre musiche di Radio Popolare, va in onda tutte le domeniche alle 22.35 in FM 107.600 e sul web.

Etichette:

domenica 10 giugno 2012

Prospettive Musicali del 10 giugno 2012

1) ENSEMBLE LUCIDARIUM
En chantan m'aven a membrar
da Troubadours & minnesanger
L'Empreinte Digitale
1998

2) SWEDISH RADIO CHOIR
II
da Alfred Schnittke: Psalms of repentance
ECM New Series
1999

3) AJOY CHAKRABARTY
Raga shudh kalyan - khayal - ektaal
da In Union
Sense World Music
2002

4) COMPAGNIE EL HAMRI
Ya rijal l'bled
da VV. AA. Morocco
Music Rough Guides/ World Music Network
2012.

Ascolta il podcast.


Prospettive Musicali, settimanale di altre musiche di Radio Popolare, va in onda tutte le domeniche alle 22.35 in FM 107.600 e sul web.

Etichette:

mercoledì 6 giugno 2012

Anteprima Prospettive Musicali

Domenica ascolteremo insieme Ajoy Chakrabarty, dall'Hindustan, la Compagnie El Hamri, dal Marocco, e l'Ensemble Lucidarium, dalla Brianza.

Prospettive Musicali, settimanale di altre musiche di Radio Popolare, va in onda tutte le domeniche alle 22.35 in FM 107.600 e sul web.

Etichette:

martedì 5 giugno 2012

GILLIAN WELCH
Soul journey
Acony
2003


Gillian Welch puoi tenerla in sottofondo, e apprezzarne le magnifiche, naturali melodie. Oppure puoi divertirti a trovare nei suoi dischi un'infinita' di citazioni: Carter Family, Woody Guthrie, Pete Seeger, Emmylou Harris, Joni Mitchell, e chissa' quante altre che mi sfuggono.

Cio' che mi colpisce ogni volta che riascolto colei che considero, insieme a Alison Krauss, la miglior interprete contemporanea della tradizione cantautorale femminile americana, e' il calore, la profonda umanita', che la sua musica, priva di qualsiasi artificialita', sa esprimere.

To be commercial, everybody wants happy love songs. People would flat-out ask me, 'Don't you have any happy love songs?' Well, as a matter of fact, I don't. I've got songs about orphans and morphine addicts, ha detto.

Canzoni che esplorano il lato oscuro della vita, eppure magicamente adatte a un giorno di sole.

Etichette:

venerdì 1 giugno 2012

AMSTEL QUARTET
Amstel tracks now!
Challenge
2012


Questo disco sembra una puntata di Prospettive Musicali, di quelle nelle quali spaziamo avanti e indietro tra musica antica e avanguardie contemporanee.

Infatti quello che e' l'ottavo lavoro di questo quartetto di saxofonisti olandesi si muove con leggerezza tra repertorio antico (Bach, Sweelinck), classico (Mozart, Brahms, Ravel) e contemporaneo (Nyman, Lago, Tan Dun).

Le interpretazioni del passato mi sembrano un filo troppo rispettose e calligrafiche, sfiorando a volte un approccio agiografico che non mi convince completamente.

Li preferisco decisamente quando affrontano musiche del presente. In questi frangenti, sembra di sentire il Rova Saxophone Quartet (meno jazz) e ancora di piu' i miei amati gallesi Lunar Saxophone Quartet.

Etichette: