Post Statistiche Commenti Profitti Campagne Pagine Tema Impostazioni Elenco lettura Guida

Ambiente Uguaglianza Tempo

giovedì 3 ottobre 2013

# 1464

Apro i siti dei giornali italiani, per sapere cos'e' successo oggi (infatti il Guardian, giornale perfetto per avvolgere gli scarti di cucina e niente male anche per pulire i vetri, apre stamattina la sua edizione online con un bell'articolone sulle maglie dei calciatori, seguito subito sotto da un articolo il quale sostiene che ai bambini dev'essere consentito di giocare con il cibo a tavola. E voi avete ancora il coraggio di lamentarvi del TG1).

Vengo cosi' aggredito dalla notizia della tragedia di Lampedusa, e resto senza parole. L'unico che sa esprimere quello che si prova di fronte a quella tragedia e' ancora una volta papa Francesco: "Mi viene la parola vergogna: e' una vergogna".

Non c'e' altro da aggiungere, forse. Oppure vale la pena ricordare quello che quell'uomo autenticamente rivoluzionario ha detto parlando con il suo amico ateo Eugenio Scalfari, solo qualche giorno fa: "Il liberismo selvaggio non fa che rendere i forti più forti, i deboli più deboli e gli esclusi più esclusi".

Medito sulle sue parole, e su quello che Formenti su Micromega ha chiamato "il matrimonio tra capitalismo e schiavitu'" (matrimonio molto riuscito, perche' il capitalismo e' schiavitu': asservimento dell'uomo e della natura alle esigenze del capitale e del padronato), interrogando la mia coscienza.