Post Statistiche Commenti Profitti Campagne Pagine Tema Impostazioni Elenco lettura Guida

Osservazioni e ascolti

domenica 29 dicembre 2013

Prospettive Musicali del 29 dicembre 2013



Prima del GR:

WHITE DENIM
At night in dreams
da Corsicana lemonade
Downtown

NORTH MISSISSIPPI ALLSTARS
Goat meat
da World boogie is coming
Songs of the South

MIDLAKE
The old and the young
da Antiphon
Bella Union

THROWING MUSES
Morning birds 1
da Purgatory Paradise
Friday Project

NEIL YOUNG
After the gold rush
da After the gold rush
Reprise

THROWING MUSES
Sunray Venus
da Purgatory Paradise
Friday Project

Dopo il GR:

NEIL YOUNG
Southern man
da After the gold rush
Reprise

NEIL YOUNG & CRAZY HORSE
Thrasher
da Rust never sleeps
Reprise

TIM BERNE'S SNAKEOIL
Static
da Shadow man
ECM

MOMO KODAMA
Miroirs: Une barque sur l'Ocean
da La vallee des cloches
ECM New Series

ALVARO CASSUTO
Return to the future
da Return to the future
Naxos.

Prospettive Musicali va in onda tutte le domeniche alle 22.00 su Radio Popolare Milano, Radio Wave International, Radio Popolare Verona, Radio Popolare Salento e sul web.

Etichette:

mercoledì 18 dicembre 2013

I dischi dell'anno di London calling: # 3


DOBRINKA TABAKOVA e' una giovane compositrice bulgara residente qui a Londra, dove ha scelto di restare a vivere dopo i suoi studi alla Royal Academy of Music. La sua musica ha accompagnato alcuni dei momenti piu' silenziosi e contemplativi di tutto l'anno.

Ricordo in particolare una mattina presto, il vasto mare visto da una scogliera del Desert des Agriates e questa luminosa Suite in old style che usciva dallo stereo della macchina poco lontano. Colonna sonora perfetta di quel mattino ventoso e abbagliante.

La trovate in un volume intitolato String paths.

domenica 15 dicembre 2013

Prospettive Musicali del 15 dicembre 2013

Prima del GR delle 22.30:

MIDLAKE
Antiphon
da Antiphon
Bella Union

LANTERNS ON THE LAKE
Elodie
da Until the colours run
Bella Union

ROY HARPER
The enemy
da Man & myth
Bella Union

MASTER MUSICIANS OF JAJOUKA
Hand of Fatima
da The road to Jajouka
Howe.

Dopo il GR delle 22.30:

JOHN ABERCROMBIE QUARTET
Spellbound
da 39 steps
ECM

RALPH TOWNER/ WOLFGANG MUTHSPIEL/ SLAVA GRIGORYAN
The Henrysons
da Travel guide
ECM

MOMO KODAMA
Miroirs: I. Noctuelles
da La vallee des cloches
ECM New Series

ORLANDO CONSORT
Conditor alme siderum
da Antoine Bousnois: Mass O crux lignum
Harmonia Mundi

ISABELLE FAUST/ DANIEL HARDING
Violin concerto no. 1, sz 36 op. posth: II. Allegro giocoso
da Bela Bartok: Violin concertos nos. 1 & 2
Harmonia Mundi

MARIA PIA DE VITO/ FRANCOIS COUTURIER/ ANJA LECHNER/ MICHELE RABBIA
Amen/ Fac ut portem
da Il Pergolese
ECM.

Dopo il GR delle 23.30:

NECKS
Open
da Open
Recommended.

Prospettive Musicali va in onda tutte le domeniche alle 22.00 su Radio Popolare Milano, Radio Wave International, Radio Popolare Verona, Radio Popolare Salento e sul web.

Etichette:

mercoledì 11 dicembre 2013

I dischi dell'anno di London calling: # 4


Sono ormai parecchie settimane che ascolto scoprendo sempre nuovi particolari Arborescence del giovane pianista newyorkese AARON PARKS.

Le composizioni impressionistiche di Parks partono dalla lezione dei vari Corea/ Bley/ Jarrett, e evolvono in atmosfere pastorali e contemplative che ci invitano a esplorare territori di profonda introspezione, tempo sospeso, silenzio.

martedì 10 dicembre 2013

I dischi dell'anno di London calling: # 5


Sono usciti ottimi dischi di cantautrici quest'anno (Valerie June che abbiamo trovato al # 9, Julia Holter, Alela Diane, Neko Case, Kristin Hersh, il magnifico ritorno di Edie Brickell in versione bluegrass...).

L'album che mi ha maggiormente conquistato e' stato Fossils, l'esordio solista di AOIFE O'DONOVAN, gia' componente dei magnifici Crooked Still. La scoprimmo l'anno scorso grazie alla sua collaborazione con l'immenso Dave Douglas, e l'abbiamo ritrovata un anno dopo alle prese con questa incantevole raccolta di canzoni fragili per un pomeriggio di pioggia passato a leggere, con un plaid sulle ginocchia e una tazza di te' alla menta a tenerci compagnia.

Musica semplice e quotidiana, e forse proprio per questa sua normalita' unassuming, straordinaria.

lunedì 9 dicembre 2013

I dischi dell'anno di London calling: # 6


La strepitosa mostra dedicata questa primavera dal V&A a DAVID BOWIE ha dato l'occasione di ripassare la sua discografia, che si e' contemporaneamente arricchita di questo The next day. Album di enorme complessita' (a partire dall'enigmatica copertina), che contiene tutti i Bowie che conosciamo e che ce ne ha fatti scoprire di nuovi, per la prima volta.

venerdì 6 dicembre 2013

I dischi dell'anno di London calling: # 7


E' stato amore al primo ascolto, ed e' un disco che suono spesso ancora adesso, a mesi di distanza. KURT VILE suona come una versione sfocata e distesa dei Crazy Horse. Ascoltando la sua musica tornano alla mente anche  i Dream Syndicate, e il Lou Reed di Coney Island baby.

Se Pushin' against a stone e' stato il disco dell'estate e del viaggio, Wakin on a pretty daze e' stato l'album della primavera e del risveglio.

I dischi dell'anno di London calling: # 8


Miroirs e' una suite per piano in 5 movimenti, scritta dal compositore impressionista francese Maurice Ravel tra il 1904 e il 1905, e dedicata a 5 suoi amici pittori. La storia ve la racconto alla radio il 15 e il 29 di questo mese, quando ne ascolteremo insieme un paio di movimenti.

E' musica incantevole, ispirata dai Notturni di Chopin e dalle Gymnopedie di Satie. Quest'anno ne e' stata pubblicata un'esecuzione bellissima della giovane pianista giapponese MOMO KODAMA.

giovedì 5 dicembre 2013

I dischi dell'anno di London calling: # 9


VALERIE JUNE e' bravissima a mischiare blues, country, r'n'b, folk. Il suo esordio l'abbiamo ascoltato per tutta l'estate, spesso in movimento su strade sconnesse, spesso davanti al mare.

Pushin' against a stone e' stato la colonna sonora di contemplazioni e conversazioni, e ogni volta che lo riascolto rivivo la liberta' e la scoperta di un viaggio che rimarra', negli anni, indimenticabile.

I dischi dell'anno di London calling: # 10


Solar motel di CHRIS FORSYTH, ex-studente di Richard Lloyd dei Television, e' un lungo brano strumentale diviso in 4 tracce, che fa pensare a una Marquee Moon come se a reinterpretarla fossero i Grateful Dead.

mercoledì 4 dicembre 2013

# 1519

Southbank Centre, novembre 2013. Sottopassaggio.

# 1518 (Una sempre più profonda e drammatica ingiustizia sociale)

Qui a London Calling l'abbiamo affermato un paio di mesi fa, e forse anche altre volte, e chi mi conosce di persona credo si sia stancato di sentirmelo ripetere ogni giorno.

Ma secondo me e' un punto molto importante, perche' se piu' persone capissero che non di crisi, genericamente, si dovrebbe parlare, ma di un impoverimento di tanti a vantaggio di un arricchimento, enorme, di pochi, e di un ricatto/ sfruttamento sempre piu' barbaro di noi lavoratori, forse una reazione ci sarebbe.

Questo articolo di Maso Notarianni fa ulteriore chiarezza, basata su statistiche, e conclude:

Ergo, non c’è nulla che corrisponda alla definizione di “crisi” che fornisce Treccani.

Ma qualche cosa che assomiglia maledettamente ad una sempre più profonda e drammatica ingiustizia sociale che si chiama tecnicamente diseguaglianza economica.