Post Statistiche Commenti Profitti Campagne Pagine Tema Impostazioni Elenco lettura Guida

Ambiente Uguaglianza Tempo

martedì 15 aprile 2014

National Gallery, aprile 2014.

Da quella volta, un paio di anni fa, che ci tornai dopo un periodo piuttosto lungo di assenza per vedere, su consiglio di Patti Smith, questo studio preparatorio della Vergine e il Bambino con Sant'Anna, non passa mese che non visiti qualche sala della National Gallery. Lo trovo un modo sempre efficace per ripulire la mente da pensieri e preoccupazioni.

Sabato scorso ho trovato davvero bellissima la mostra monografica dedicata al pittore rinascimentale Paolo Caliari, detto il Veronese. E' un percorso cronologico abbastanza compatto, 50 quadri distribuiti in 7 sale, che ci accompagna attraverso la sua variegata produzione comprendente lavori di tema religioso, mitologico e ritratti di notabili del suo tempo.

Molti sono lavori di dimensioni imponenti e cosi' complessi che lo sguardo si muove in continuazione senza sapere bene dove soffermarsi. E' il caso, ad esempio, della Cena a Emmaus.

A colpirmi piu' di altri e' stato pero' un quadro che appartiene alla collezione della Pinacoteca di Brera, L'agonia nel giardino. E mi sono tornate alla mente proprio le parole di Patti, quando mi diceva che secondo lei le rappresentazioni pittoriche piu' spirituali di tutte sono quelle nelle quali di Gesu' si coglie il lato piu' profondamente umano.

Etichette: