Post Statistiche Commenti Profitti Campagne Pagine Tema Impostazioni Elenco lettura Guida

Ambiente Uguaglianza Tempo

venerdì 4 novembre 2005

Prospettive Musicali del 30 Ottobre

Ecco cosa abbiamo ascoltato insieme Domenica 30 Ottobre a Prospettive Musicali:

1) BOB DYLAN This land is your land (da No direction home: the soundtrack the bootleg series vol. 7, Columbia 2005)
2) BOB DYLAN Maggie's farm (da No direction home: the soundtrack the bootleg series vol. 7, Columbia 2005)
3) BOB DYLAN Masters of war (da "The freewheelin' Bob Dylan, Columbia 1963)
4) DEVENDRA BANHART Now that I know (da Cripple crow, XL 2005)
5) DEVENDRA BANHART This is the way (da Rejoicing in the hands, Young God 2004)
6) DEVENDRA BANHART The Charles C. Leary (da Oh me oh my, Young God 2002)
7) EL GOODO Life station (da El Goodo, Placid Casual 2005)
8) BOO RADLEYS I hang suspended (da Giant steps, Creation 1993).

14 Comments:

Blogger shadeofpale said...

assolutamente coinvolgente...
buona domenica pomeriggio on air!

shadeofpale

domenica, 06 novembre, 2005

 
Blogger andrea said...

fabio se interessa siamo a vedere i dEUS lunedi, se arrivi in tempo...

domenica, 06 novembre, 2005

 
Blogger Fabio said...

Shadeofpale -

Grazie per il tuo commento. Purtroppo non riesco ad aprire il tuo blog, sono io o ci vuole una password?

Andrea -

Lunedì mi piacerebbe ma sarò incasinato temo. Se riesco ti chiamo, grazie per l'invito Andrea.

domenica, 06 novembre, 2005

 
Anonymous Kit said...

Quella copertina piace moltissimo anche a Cameron Crowe (cfr questa scena di Vanilla Sky, e qui al punto 3. tutti i riferimenti a Bob Dylan di quel film)

lunedì, 07 novembre, 2005

 
Anonymous Kit said...

ops, qui al punto 3

lunedì, 07 novembre, 2005

 
Blogger Myriamba said...

oh poi dici come e' stato il concerto dei dEUS ..li ho visti lo scorso Dicembre e mi e' venuta una grande nostalgia dei tempi passati.
Tom Barman e' invecchiato..a parte lui e il violinista ingrassato dalla troppa birra e droga non c'e' rimasto piu' nessuno..( vabbe'si..c'era Mauro degli Ex-SuperEvil Superstar..oh come cavolo si chiamavano). Erano un po' statici su scena..mi e' venuto da piangere..non perche' non fossero bravi..ma perche' erano un po' tristi..tutto li...ma ai Magazzini Generali di MIlano per due volte avevano esploso e fatto faville..e poi...ah che bei ricordi..:)..Da fan pura e dura del gruppo..e a detta anche di altri fan puri e duri ..il nuovo disco e' molto deludente...dai dai..com'e' andata il concerto..?

lunedì, 07 novembre, 2005

 
Blogger Fabio said...

Kit -

Mi sono fermato a "Singles", poi credo di non avere mai visto nulla di Cameron Crowe. "Singles" continuo a pensare che sia un grande film, perche' come diceva qualcuno ieri :-) non cavalca la moda del rock indipendente di Seattle, ma in qualche modo la anticipa. Mi piacerebbe rivederlo quel film.

Myriam -

Non sono andato, avevo appuntamento dal dottore, e dopo la visita mi ha dato una medicina che si trova solo in una farmacia di Wigmore Street e che non ho trovato neanche li'. Comunque i Deus a me non sono mai piaciuti particolarmente. Teo mi ha fatto mettere in guest list per Ray Lamontagne allo Shepherd's Bush Empire Martedi' 15 e Devendra Banhart all'Astoria Mercoledi' 16. Lo dico in caso tu passi di qui settimana prossima. Per i Deus magari puoi lasciare un messaggio nel blog di Andrea e chiedere a lui (sempre che non legga questo commento).

martedì, 08 novembre, 2005

 
Anonymous Kit said...

Uhm ma non dirmi che non hai mai visto Almost Famous? E' la storia dello stesso Crowe quando da adolescente negli anni '70 seguiva in tour i gruppi musicali per...scrivere articoli per Rolling Stone e simili! Ovviamente la storia è romanzata un pò per il film, ma il succo è quello. Pazzesco. :-)
(Peccato che tu non abbia nè tv nè dvd/vcr, se no potevo prestarti belle cose).

martedì, 08 novembre, 2005

 
Blogger Fabio said...

No mai visto. E' uscito nei primi tempi che stavo qui e le recensioni della stampa inglese non erano mica tanto positive. Pero' adesso lo vedrei, anche se per me Cameron Crowe resta il meno talentuoso tra i registi americani della sua generazione, dei quali parlavamo nel post di Martedi' 25 Ottobre (Van Sant, Jarmusch, Payne, Gondry, Sophia Coppola). Non sei d'accordo vero?

mercoledì, 09 novembre, 2005

 
Blogger Myriamba said...

ok per Devendra..ti chiamo e fissiamo l'appuntamento. Di, non e' che ...... riesci per Anthony and the Johnson..:)???? Sarebbe grandiosoooooooo!

giovedì, 10 novembre, 2005

 
Blogger Fabio said...

Ti ricordi quando suona e dove (Antony dico)?

venerdì, 11 novembre, 2005

 
Anonymous Kit said...

"Cameron Crowe resta il meno talentuoso tra i registi americani della sua generazione" sono d'accordo, ma io sono parziale al limite della demenza verso di lui. Sono venuta su con Say Anything (la migliore commedia adolescenziale mai scritta, e c'è John Cusack ;-) e Almost Famous è tra i miei film della vita.
Per il resto sì grandi casting e colonne sonore, ma come regista..ahem. E' solo che se fossi un regista sarei *lui*, ho idea...un fan della musica prima di tutto...poi "il resto"

venerdì, 11 novembre, 2005

 
Blogger Fabio said...

Davvero e' cosi' bello "Almost famous"? Ricordo di aver letto recensioni pessime qui a Londra quando usci'. Pero' mi hai convinto (e' che dipendo da te per vederlo perche' non ho una TV e il film non si e' piu' visto in giro da anni).

venerdì, 11 novembre, 2005

 
Blogger Myriamba said...

secondo me ti piacerebbe....per un pomeriggio piovoso con occhio distratto davanti alla tv ..e' ok .. come tutti gli altri film di Crowe o quelli dove c'e' Cusack..poi Vanilla Sky..beh preferisco "Eastenders"..!

mercoledì, 16 novembre, 2005

 

Posta un commento

<< Home