Post Statistiche Commenti Profitti Campagne Pagine Tema Impostazioni Elenco lettura Guida

Osservazioni e ascolti

domenica 7 agosto 2016

Olimpiadi



A chi, come me, non prova simpatia per l'agonismo, le Olimpiadi provocano un senso di profondo disagio.

Continuo a pensare che lo sport sarebbe bellissimo senza agonismo. Invece di 3 grandi medaglie, non sarebbe fantastico se alla fine di una dimostrazione (una prova di abilita' senza vincitori) tutti i partecipanti, non solo alcuni, potessero ricevere una medaglia, piccola ma uguale per tutti?

Stessa cosa dovrebbe valere per le partite di calcio. Se dipendesse da me si dovrebbero protrarre, in caso al novantesimo minuto una squadra fosse in vantaggio, fino a concludersi sempre in perfetta parita'. Tutti si sarebbero divertiti, giocatori e spettatori. Tutti tornerebbero a casa contenti allo stesso modo, sorridenti e in armonia.

3 Comments:

Blogger 3imaginaryboys said...

Nemmeno io sono per l'agonismo...però che palle dai!
Sempre tutto in parità, sempre tutti uguali; non è vero e non è la realtà, lo sai anche tu, Fabio.
Che agonismo, doping ed interessi economici siano fortemente intrecciati, è un discorso che ripugna anche me.
Però no medaglie e no vittorie lo trovo un po' ipocrita.
Ci può essere agonismo positivo; quello che non vede l'avversario come un nemico ma come uno stimolo a fare meglio, non un atleta da battere ma un compagno con cui confrontarsi.
Con stima e serenità. ;-)

lunedì, 08 agosto, 2016

 
Blogger 3imaginaryboys said...

P.S....e dopo un mese della tua gestione, le manifestazioni sportive così come le partite non andrebbe a vederle più nessuno, garantito al limone! :-D

lunedì, 08 agosto, 2016

 
Blogger Fabio said...

Sarebbe bello che lo stimolo a fare meglio partisse da dentro di noi, non da un avversario.

A differenza di te sono abbastanza convinto che avverrebbe solo un cambiamento di pubblico: chi come me attualmente non assiste a manifestazioni sportive, magari inizierebbe ad andarvi, dato che l'atmosfera sarebbe completamente diversa rispetto ad ora: rilassata, conviviale e silenziosa.

Credo che per le nuove generazioni sarebbe molto educativo: si da' il meglio di se' ma non per vincere qualcosa (dato che poi tutti tornerebbero a casa con la loro medaglietta: chi quel giorno ha fatto bene e chi magari per un piccolo impedimento non e' riuscito a dare il meglio).

Credo che quei valori inizierebbero a permeare la societa', per esempio il mondo del lavoro, con un effetto positivo per il benessere di tutti.

lunedì, 08 agosto, 2016

 

Posta un commento

<< Home