Post Statistiche Commenti Profitti Campagne Pagine Tema Impostazioni Elenco lettura Guida

Ambiente Uguaglianza Tempo

mercoledì 10 novembre 2004

Mercoledi' 10 Novembre 2004: 3g.

Ho ordinato una scheda 3g, di quelle che permettono di collegarsi in rete un po' da ovunque: parchi, caffe', eccetera. Questo mi permettera' di scrivere il mio blog proprio quando ho un'idea in mente, senza dovere aspettare.

Segnalo a tutti quelli come me che capiscono poco di tecnologia il bellissimo inserto "Pensieri e parole", in edicola Sabato scorso con il Manifesto. Affronta l'information technology da un punto di vista filosofico. Mi ha molto colpito per esempio l'osservazione che proprio attraverso tecnologie come le schede 3g la distinzione tra mondo reale e realta' virtuale viene a stemperarsi. Molto bello l'articolo sul networking sociale. Spero che il supplemento sia ancora disponibile, perche' non lo trovo in rete (la qual cosa dimostra ancora di piu' la complementarieta' tra le due realta').

4 Comments:

Anonymous Anonimo said...

.... ma il moleskine allora.. a che serve? ...
Molto comoda questa scheda ... è verissimo ..
ma non credi che sia molto più bello lasciare "a casa" la tecnologia quando siamo in un parco o in un caffè? In qualsiasi luogo, appena ho in mente qualcosa ..trovo bellissimo aprire la borsa, prendere il moleskine e una penna ... e scrivere tutto quello che mi pare ...

un abbraccio,
Simo

mercoledì, 10 novembre, 2004

 
Blogger Fabio said...

Si' ma puoi usare entrambe le cose. Il blog e il moleskine si assomigliano, ma sono anche diversi. Nel mio moleskine scrivo a volte cose personali che sul blog non scriverei mai. Che poi a pensarci e' la cosa bella del blog: prendi una distanza diversa dalle cose. Anche se lo leggono in pochissimi, il blog e' uno strumento di comunicazione. A me non importa piu' di tanto quante persone mi leggono (sono pochissime e va bene cosi'), ma quali persone leggono (persone che si relazionano con quello che scrivo).

Sai cosa Simo? Penso che blog e moleskine siano complementari, come la realta' che ci circonda e quella digitale. Vanno esplorate entrambe, e allo stesso modo mi piace esplorare i due linguaggi, quello piu' personale del moleskine e quello piu' aperto/ sociale del blog.

E sai un'altra cosa? Credo che la scheda 3g la usero' pochissimo e il moleskine tantissimo. Comunque pensaci, non e' bellissimo poter scrivere a un amico una mail da un posto come un parco o un caffe'?

xxf

mercoledì, 10 novembre, 2004

 
Blogger Valentina said...

Non so voi, ma quando scrivo col computer non resisto alla tentazione di correggere gli errori di battitura e perdo il filo. Il filo dell'ispirazione, del sentimento. Mi perdo dietro alla tecnologia, che volente o nolente ci distrae da noi stessi.
Il moleskine o qualsiasi altra carta, anche un biglietto del tram, è la formula a me più congeniale per scrivere le cose di getto, le mie impressioni più immediate, i sentimenti che sento sgorgare dall'anima. POi se tengo queste cose per me, o le voglio fare leggere a qualcun'altro, questo è secondario. Il blog è un mezzo, il moleskine un fine, non credi, Fabio?
E poi a me piace calcare sulla carta, mi piace la mia scrittura, mi piace vedere i fogli. Sapete che quando scrivo qualcosa su carta non correggo mai? Ci sarebbe da pensare...
L'importante comunque è scrivere, ancor prima di comunicare. Perchè quando scriviamo comunichiamo con noi stessi.
Tanta vita a tutti
Vale

mercoledì, 10 novembre, 2004

 
Blogger Fabio said...

Vale! Come stai? Bellissimi i post sui tassinari nel tuo blog! Scrivi benissimissimo! Per i lettori di London Calling: il blog di Vale e Simo, tanto spesso nominato qui e' http://bagieabbraggi.blogspot.com.

Insomma ho capito che appena ricevero' la scheda 3g la rimandero' al mittente! :-)

Moleskine e blog sono mezzi entrambi secondo me Vale. Il moleskine e' il modo migliore per scrivere emozioni in modo immediato come dici tu, ma sul moleskine scriviamo per noi. Poi ne traiamo parti che vogliamo comunicare e ne facciamo un blog.

Sai cosa volevo scrivere nel primo post (anzi l'ho scritto e poi cancellato)? Un frammento di una canzone degli Helio Sequence che mi ronzava per la testa in quei giorni, frammento che dice "This is an SOS, SOS, can you hear me?"... Oppure "Can you hear me major Tom?", da Space Oddity... mi piace questa natura da messaggio in bottiglia che ha il blog... Non sai mai chi leggera', quando leggera', se leggera'...

Sono due mezzi entrambi, entrambi molto potenti... Io sono piu' da moleskine (scrivo soprattutto per me stesso) e devo un po' sforzarmi a diventare un tipo da blog... In piu' ci sono dei blog la' fuori bellissimi, pieni di foto, e spesso penso: ma chi dovrebbe leggere "London Calling"? Pero' piu' scrivo sul blog e piu', per qualche strana ragione, mi affeziono e mi appassiono. Alla fine ai miei messaggi in bottiglia ci tengo e non sai come mi piace quando qualcuno lascia un segno del suo passaggio!

Inevitabilmente concludo con: bagi!!!
F.

mercoledì, 10 novembre, 2004

 

Posta un commento

<< Home