Post Statistiche Commenti Profitti Campagne Pagine Tema Impostazioni Elenco lettura Guida

Ambiente Uguaglianza Tempo

domenica 10 luglio 2005

Prospettive Musicali

Due settimane senza poter accedere a un PC e di conseguenza un po' di ritardo nella pubblicazione della playlist di Domenica 26 Luglio. Gnop è stato più veloce di me, come sempre. Comunque eccola:

  1. CHRIS HILLMAN Eight miles high (da The other side, Sovereign Artists/ Cooking Vinyl 2005)
  2. EELS From which I came/ a magic world (da Blinking lights and other revelations, Vagrant 2005)
  3. EELS Dust of ages (da Blinking lights and other revelations, Vagrant 2005)
  4. HANK WILLIAMS Jambalaya (on the bayou) (da The complete collection CD 1 greatest hits, Spectrum 2005)
  5. HANK WILLIAMS You're gonna change (or I'm gonna leave) (da The complete collection CD 2 the live
    recordings, Spectrum 2005)
  6. HANK WILLIAMS I saw the light (da The complete collection CD 3 the many sides of, Spectrum 2005)
  7. HANK WILLIAMS Settin the woods on fire (da The complete collection CD 1 greatest hits, Spectrum 2005)
  8. CURE Play for today (da Seventeen seconds, Fiction 1980)
  9. CULT HERO I'm a Cult Hero (da I'm a Cult Hero 7", Fiction 1979, ora su CURE Seventeen seconds 2CD set, Fiction 2005)
  10. CURE Grinding halt (da Three imaginary boys, Fiction 1979)
  11. CURE In your house (da Seventeen seconds, Fiction 1980)

3 Comments:

Blogger Myriamba said...

Ma dove sei??????????????????????????

lunedì, 11 luglio, 2005

 
Anonymous Anonimo said...

ma soprattutto la prima canzone che hai messo ieri seri (un musicista francese dal nome comune tipo Marc ma dal cognome incomprensibile..) chi è? Come si chiama il disco?Grandissima trasmissione!!!Quando torni al post-rock io nn sto nella pelle. Clap Clap!!
Saluti
Matteo

lunedì, 11 luglio, 2005

 
Blogger Fabio said...

X Myriam: tornato a Londra oggi. L'ho trovata assolata ma tetra, normalizzata per forza di cose ma impaurita.

X Matteo: grazie, e' stato un po' un ritorno a Tropici & Meridiani, ogni tanto ci vuole. Ho appena trascritto nel blog la scaletta. Il disco al quale ti riferisci e' il secondo album di Colder (vero nome Marc Nguyen Tan), davvero molto bello (anche se un po' oscuro a tratti). L'etichetta e' Output (di Londra) e il titolo e' Heat. A Milano l'ho visto da Buscemi.

lunedì, 11 luglio, 2005

 

Posta un commento

<< Home