Post Statistiche Commenti Profitti Campagne Pagine Tema Impostazioni Elenco lettura Guida

Ambiente Uguaglianza Tempo

venerdì 2 ottobre 2009

La moglie del soldato

Betty Davis era la moglie di Miles. La fu soltanto per un anno, ma in quel breve periodo presento' a Miles sia Jimi Hendrix che Sly Stone, la psychedelia nera dei quali avrebbe influenzato immensamente capolavori come Bitches brew, On the corner e Agartha.

Betty Davis non cantava, emetteva una specie di ruggito primitivo con il quale cavalcava basi funk impressionanti, da qualche parte tra Funkadelic/ Parliament e Sly & the Family Stone. Per il contenuto esplicito delle sue liriche (oltre che per lo stile vocale e le sue performance davvero senza compromessi) la sua musica fu proibita sulle radio americane, su richiesta di lobby religiose.

Grazie alla sempre splendida Light in the Attic, sia Betty Davis (composto qui a Londra, dove lavorava come modella), che They say I'm different, che Nasty gal sono ancora fortunatamente reperibili. Ma il colpo da maestro l'etichetta di Seattle l'ha assestato recuperando i nastri del quarto album della Davis, Is it love or desire, registrato nel 1976 e mai pubblicato a causa di una controversia con la Island.

Is it love or desire e' un album di funk che scortica la pelle, ancora piu' selvaggio rispetto ai suoi predecessori, con testi che poco lasciano all'immaginazione (Any questions you got/ my body can answer). Eppure per certi aspetti e' un disco raffinatissimo, nel quale le radici blues della musica nera sono in primo piano.

Straconsigliato, e in scaletta di Prospettive Musicali, Domenica prossima.

5 Comments:

OpenID borguez said...

Halleluja!
Epifania!
attendevo con ansia questa novella che avevo sentito circolare sottovoce in rete!
il fatto che la notizia mi sia confermata da questo pulpito non fa altro che accrescere la mia soddisfazione!
grazie,
a presto,
borguez

lunedì, 05 ottobre, 2009

 
Anonymous Marco Reina said...

For collectors (o amanti dell'ascolto musicale analogico):
Light In The Attic ha pubblicato l'edizione in CD dell'album inedito di Betty Davis;
la benemerita Sundazed quella in vinile 180 grammi.
Disponibili entrambe dalla fine di settembre.

lunedì, 05 ottobre, 2009

 
Blogger Fabio said...

Borguez -

Il disco e' un'assoluta bomba. Come nel caso del capolavoro di Joyce, Mauricio Maestro e Nana Vasconcelos terminato nel 1976 e pubblicato quest'anno, in un certo senso dobbiamo ringraziare la scarsa qualita' delle proposte del presente, senza la qual pochezza queste pepite non vedrebbero forse mai la luce del sole.

Marco -

Magnifica Sundazed, a proposito di luce del sole!

lunedì, 05 ottobre, 2009

 
Anonymous Anonimo said...

"this ass invented fusion..."

JC

martedì, 06 ottobre, 2009

 
Blogger Fabio said...

Caspita se l'e' fatto tatuare, non lo sapevo :D

martedì, 06 ottobre, 2009

 

Posta un commento

<< Home